Sistema CFU

I Crediti Formativi Universitari (indicati con la sigla CFU), introdotti con la riforma dell’università (D.M. 509/99), costituiscono l’unità di misura adottata per quantificare, in ore, il lavoro di apprendimento e, quindi, l’impegno medio che ogni studente dovrà affrontare per sostenere l’esame di un determinato insegnamento o per svolgere qualsiasi altra attività indicata nel piano di studio.

La vigente normativa stabilisce che ogni credito corrisponde a 25 ore di lavoro, che comprendono: fruizione delle lezioni, studio individuale, frequenza di tirocinio o stage ed ogni altra attività indicata nel piano di studio.

Risulta, pertanto, evidente come dal numero di CFU attribuiti a ciascuna materia o attività, si possa evincere, proporzionalmente, la complessità della materia o dell’attività stessa.

La quantità media di lavoro svolto da uno studente in un A.A (Anno Accademico) è fissata “convenzionalmente” in 60 crediti (CFU).

Ai fini del completamento del corso di studi, è necessario aver acquisito 180 crediti.

In che consiste il riconoscimento dei crediti?

Il vantaggio più significativo del sistema dei crediti consiste nel fatto che si possono riconoscere:

- crediti che riguardano studi già effettuati in altre Università;

- crediti che riguardano attività (anche pregresse) svolte, ad esempio, in ambito professionale.

Partner tecnologico:

top
©2017  ATENEO SAN MICHELE SRLS Telefono: +39 0941 724299 Email: info@mediazionelinguisticasanmichele.it Partita IVA 03481460834
X